7Muse

La premessa è che sono di parte. Ritengo Paolo Sorrentino, oltre che un regista sublime, un individuo con cui ho la presunzione di condividere sensibilità ed estetica. Per scarsità di competenze tecniche, riguardo al suo The New Pope – appena giunto al finale di stagione – mi limito a

A cura di Giacomo Somazzi Se da un lato la fine dell’esperimento neorealista e della tanto esorbitante quanto ispirata produzione cinematografica degli anni ’60 segna la fine del periodo più alto del cinema italiano, dall’altro permette un rinnovamento artistico e creativo che si discosta dag

la tua finestra sul mondo

Iscriviti alla newsletter:

    SEGUICI: